• White Facebook Icon
  • White Twitter Icon

©2016 by Patrizia LALLI

Illustrazioni di Enrico MASSETTO

  • Patrizia Lalli

I CANI SANNO LEGGERE LE NOSTRE INTENZIONI?


Pare proprio di si!

Questa mattina mi sono imbattuta in un articolo molto interessante; leggendolo mi si è aperta la mente ed è scattato l’imminente desiderio di condividere la mia riflessione con voi.

Arrivo al dunque.

Vi è mai capitato di alzarvi, sapendo di dovervi preparare per andare a lavorare oppure di alzarvi, sapendo di dovervi preparare per andare a fare una passeggiata con il vostro cane e osservare in lui rispettivamente due reazioni completamente diverse?

A me capita sovente. E altrettanto spesso rimango stupefatta e penso: ma come diavolo fa a sapere che stiamo per uscire?

Razionalmente non mi sembra di fare nulla di diverso, anzi, a volte mi vesto allo stesso modo, i rituali sono gli stessi, eppure le sue reazioni sono del tutto diverse: nel primo caso se ne sta tranquillo come se niente fosse, si mette sulla sua copertina rilassato e osserva i miei movimenti; nel secondo caso, comincia a girarmi intorno tutto euforico, scodinzola, è frenetico, mi anticipa invogliandomi a scendere le scale in fretta e così via.

Proviamo a immaginare un altro scenario:

  • SITUAZIONE 1: sono seduta sul divano e guardo un film. Ad un certo punto mi alzo per andare in bagno. Pongo (il mio cane) se ne rimane tranquillo al suo posto a sonnecchiare.

  • SITUAZIONE 2: sono seduta sul divano e guardo un film. Ad un certo punto mi viene in mente che ho dimenticato di comprare il pane e mi alzo per andare in bagno a prepararmi per uscire. Pongo, nel momento in cui mi alzo e mi dirigo verso il bagno, alza la testa, mi guarda, si alza e mi segue tutto eccitato. Insomma, per qualche motivo apparentemente sconosciuto ha già capito tutto!

C'è una spiegazione per tutto questo? Naturalmente si...

La Scienza o meglio le Neuroscienze, abbinate alla conoscenza della mente del cane, ce lo spiegano molto bene.

La ricerca in questione riprende i risultati di uno studio descritto nell’articolo "Intentions in the Brain: the Unveiling of Mister Hyde” pubblicato sulla rivista internazionale The Neuroscientist.

In sintesi, lo studio conclude che: "il significato che attribuiamo a un’azione compiuta da un individuo dipende dal modo in cui essa viene eseguita più che dal contesto in cui si svolge, perché l’intenzione è “nascosta” nel movimento stesso”.

La Dott.ssa Cristina Becchio, Professore associato dell’Università di Torino e Ricercatore presso l’Istituto Italiano di Tecnologia spiega: "Le evidenze che abbiamo raccolto mostrano come le intenzioni siano visibili nella cinematica, in altre parole, nelle caratteristiche specifiche del movimento.

Ogni gesto, cioè, porta con sé il proprio significato e questo significato è strettamente legato all’intenzione sottesa nel movimento. Ne segue che esisterebbe una sorta di “linguaggio delle intenzioni” che è incorporato nel movimento stesso e che è comune a tutte le persone.

Le intenzioni, quindi, diventano visibili attraverso i movimenti.

Questa ricerca è stata condotta sugli umani, dunque, cosa c’entrano i cani?

I cani c’entrano eccome!

Come sappiamo ormai da anni, i cani leggono la comunicazione non verbale e, in modo particolare, la prossemica. Sono talmente bravi e abili nella lettura dei nostri movimenti che la nostra comunicazione con loro potrebbe tranquillamente fare a meno della voce!

Insomma, potremmo efficacemente comunicare con il nostro cane soltanto attraverso i gesti.

Perché i nostri cani sono così competenti nel codificare la nostra comunicazione non verbale?

Perché la loro comunicazione non si basa sul linguaggio verbale inteso come insieme di parole: i cani evidentemente non parlano!

I cani si relazionano tra di loro attraverso il movimento, la postura, la mimica facciale, la respirazione, le distanze, l’olfatto e i calming signals.

Pensate: se noi umani, che parliamo tanto, siamo sensibili solo per il 7% al verbale, figuriamoci i cani!

Quindi, i cani hanno una capacità millimetrica e straordinaria di leggere le nostre intenzioni.

Sono così millimetrici nel capire i nostri movimenti che riescono a capire se ci stiamo alzando per andare al bagno o per uscire: perché noi (inconsapevolmente) respiriamo e ci muoviamo in maniera diversa!


E loro ci scannerizzano in modo sorprendente.

Ed ecco svelato il mistero: la bella notizia è che ora possiamo capire perché il nostro cane è in grado di anticipare alcune nostre azioni ed essere più consapevoli del linguaggio del nostro corpo.

Se siete interessati a leggere l'articolo originale, qui trovate il Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/term=Intentions+in+the+Brain%3A+the+Unveiling+of+Mister+Hyde

#cani #intenzioni #scienza #Neuroscienze #comunicazionenonverbale #prossemica #movimenti

14 visualizzazioni